Coinbase Cripto Exchange – Recensione e Opinioni ufficiale 2021

Per comprare criptovalute si utilizzano i cosiddetti Exchange di criptovalute e Coinbase è uno dei più famosi al mondo. In questa guida andremo ad analizzare questo sito e valuteremo anche alcune opinioni e recensioni di utenti abituali.

Questi siti sono spesso oggetto di attacchi informatici e quindi bisogna fare attenzione, soprattutto a detenere criptovalute all’interno degli Exchange stessi.

Coinbase sta lavorando parecchio per alzare i livelli di sicurezza. Dice che non ha mai subito violazioni ma questo non è detto che sia vero. Ciò che è sicuro è che non sono stati segnalati furti ed è già un bel traguardo.

Ma adesso vediamo di approfondire questo Exchange di criptovalute partendo dalle sue origini.

Cos’è Coinbase?

Coinbase nasce nel 2012 che per il settore delle criptovalute è un tempo biblico e ha sede negli Stati Uniti.

Recentemente la società è stata quotata in borsa e questo è un fatto certamente positivo in termini di affidabilità, soprattutto per quel che riguarda la solidità economica dell’azienda.

Per procedere alla quotazione infatti, la SEC (Commissione statunitense per i titoli e gli scambi) ha spulciato le finanze di Coinbase e ha dato il suo benestare per la vendita delle azioni.

In definitiva Coinbase è un sito che permette di scambiare criptovalute e di comprarle tramite valuta FIAT (euro, dollari, ecc.)

Il successo di Coinbase è dovuto principalmente alla sua piattaforma intuitiva e facile da usare e all’aura di affidabilità che si trascina dietro solo per il fatto di essere un’azienda statunitense.

A differenza di altri Exchange, Coinbase ha un ristretto numero di criptovalute a disposizione, perché cerca di evitare quei token che non sono davvero stabili e potrebbero sparire da un momento all’altro.

La solidità finanziaria di Coinbase deriva anche dal fatto che in molti lo usano anche come wallet, lasciando le criptovalute sul sito, nonostante sia una pratica rischiosa, ma ne parleremo più avanti.

Coinbase offre anche una piattaforma più “evoluta” chiamata Coinbase Pro, che è studiata per chi desidera fare trading con le criptovalute e necessita di costi inferiori e una piattaforma più professionale e rapida.

Attualmente Coinbase ha oltre 35 milioni di utenti nel mondo e ha scambiato $ 150 miliardi in criptovalute.

Criptovalute disponibili su Coinbase

Come abbiamo accennato Coinbase fa un’accurata selezione delle criptovalute che è possibile scambiare. La scelta dipende da molti fattori che non possiamo conoscere ma sicuramente il progetto dietro la criptovaluta e la capitalizzazione di mercato influiscono nella valutazione.

Bisogna anche dire che Coinbase ha degli alti volumi di scambio e le criptovalute quotate sul sito godono di un indubbio vantaggio rispetto a quelle che non sono state “scelte”.

In effetti è frequente vedere un balzo nella quotazione di una criptovaluta che viene aggiunta su Coinbase, anche solo grazie all’annuncio, spesso la criptovaluta non è ancora disponibile che già gode dell’entusiasmo degli investitori di questo grande Exchange.

Il numero elevato di utenti di Coinbase fanno la differenza rispetto a siti di scambio più piccoli che non influenzano l’andamento dei prezzi come il colosso statunitense.

Attualmente Coinbase permette di negoziare le seguenti criptovalute:

  1. ATOM
  2. BAT
  3. BTC
  4. BCH
  5. BSV
  6. DAI
  7. DASH
  8. EOS
  9. ETH
  10. ETC
  11. KNC
  12. LINK
  13. LTC
  14. OMG
  15. OXT
  16. REP
  17. USDC
  18. XLM
  19. XRP
  20. XTZ
  21. ZEC
  22. ZRX

Alcune criptovalute possono essere ottenute solo tramite Coinbase Pro. Che aggiunge:

  • ALGO
  • CVC
  • DNT
  • GNT
  • MANA
  • MKR

Liquidità di Coinbase

La liquidità di uno scambio viene spesso sottovalutata ma gioca un ruolo importante e serve a mantenere bassi gli spread, cioè le differenze fra prezzo di acquisto e di vendita di ogni criptovaluta .

Coinbase ha una liquidità molto alta, offre “poche” criptovalute ma sono tutte molto negoziate sullo scambio e gli spread sono piuttosto bassi.

Ovviamente la liquidità è necessaria soprattutto per fare transazioni di grandi dimensioni, altrimenti anche Exchange più piccoli non avranno grossi problemi.

Portafoglio (wallet) Coinbase

Coinbase offre anche un wallet per criptovalute (come molti altri Exchange), nel quale si possono archiviare le proprie criptovalute.

Coinbase Wallet permette di tenere tutte le criptovalute sul proprio portafoglio e accedervi tramite App per iOS o per Android.

Il portafoglio ha diverse opzioni di sicurezza che lo rendono una scelta piuttosto sicura ma sempre inferiore ad un portafoglio fisico totalmente svincolato da qualsiasi piattaforma o Exchange.

Costi e commissioni Coinbase

Coinbase è l’ideale per gli utenti poco esperti, è facile, intuitivo e con un buon supporto tecnico, ma è costoso.

I costi diventano davvero elevati se avete intenzione di fare trasferimenti con carta di credito.

Vediamo nel dettaglio a quanto ammontano questi costi.

Costi di deposito Coinbase

Iniziamo col dire che anche depositare su Coinbase ha dei costi. Ovviamente parliamo di depositi in valuta FIAT.

Questo perché probabilmente utilizzerete la vostra carta di credito/debito per depositare del denaro, un metodo molto rapido per comprare criptovalute, ma che costa il 3,99% di commissioni.

Questo significa che se decidete di comprare 1000 € di criptovalute, pagherete circa 40 euro di commissioni!

Una cifra davvero spropositata. Anche perché non sarà l’unico costo da sostenere per fare transazioni su Coinbase.

Per evitare questo salasso conviene depositare su Coinbase tramite Bonifico bancario. In Europa i bonifici SEPA sono gratuiti ma richiedono alcuni giorni (minimo 24 ore) per il trasferimento del denaro.

Commissioni di trading

Abbiamo accennato al fatto che la commissione per il deposito con carta riguarda solo il deposito ma poi c’è da pagare una commissione ogni volta che si compra o si vende criptovaluta.

Le commissioni di trading che fa pagare Coinbase sono variabili e seguono questa tabella:

  • < 10€ la commissione è di 0,99€
  • > 25€ e < 50€ c’è una tariffa fissa di 1,99€
  • > 50€ e < 200€ la commissione è di 2,99€
  • > 200€ viene addebitata una commissione dell’1,49%

Quindi se ritorniamo al nostro esempio e abbiamo comprato 1000€ di criptovalute, pagheremo una commissione di 14,90€ quando faremo nuovamente la conversione da criptovalute a FIAT per prelevare.

Spread Coinbase

Anche se meno importante, specialmente in un Exchange con la liquidità di Coinbase, c’è anche un piccolo spread da considerare nei costi di una transazione.

Lo spread è la differenza fra prezzo di acquisto e di vendita di una criptovaluta e mediamente Coinbase applica uno spread dello 0,50%.

Facciamo un esempio per capire meglio quanto questo costo influisce nell’utilizzo della piattaforma.

Se ad esempio abbiamo deciso di acquistare Bitcoin per un valore di 1000€ ma immediatamente dopo cambiamo idea e vendiamo subito, il prezzo di vendita non sarà più 1000€ ma 995€.

Ok la differenza non è molta se consideriamo le fluttuazioni che fanno le criptovalute sul mercato ma è comunque un costo da considerare.

Coinbase Pro

Il nome Coinbase Pro fa già intuire che si tratta di una soluzione più “professionale” rispetto all’omonimo Coinbase e infatti questa opzione è rivolta a chi opera con una certa frequenza e ha necessita di soluzioni più professionali e servizi extra.

Coinbase Pro è una piattaforma dedicata ai trader esperti, che puntano a negoziare le criptovalute per speculare a breve termine più che a conservarle nel wallet per mesi.

L’obiettivo dei trader e accumulare tanti piccoli guadagni, con una certa frequenza, piuttosto che aspettare i grandi movimenti del mercato.

I dati a disposizione per negoziare su Coinbase Pro sono molti di più, ci sono numerosi strumenti che permettono di fare un’analisi tecnica approfondita della criptovaluta selezionata e un maggiore supporto nelle transazioni.

Anche le opzioni di visualizzazione dei grafici sono molto migliori, la candele giapponesi ad esempio permettono un settaggio fino a un minuto, perfetto per lo scalping.

C’è anche la possibilità di visualizzare la cronologia degli ordini per un maggiore controllo delle operazioni eseguite.

La flessibilità di Coinbase Pro sugli ordini a mercato è notevole. Si possono impostare ordini di stop come su una classica piattaforma di trading ed operare molto rapidamente.

Commissioni Coinbase Pro

Coinbase Pro ovviamente, rivolgendosi a trader esperti offre delle commissioni più competitive e degli spread più stretti.

Le commissioni sono dello 0,25% ma a seconda del volume di scambi è possibile un ulteriore sconto. Ad esempio se si superano i 10 milioni di transato/mese le commissioni si riducono al 15%.

Sicurezza di Coinbase

La sicurezza è il tallone d’Achille degli Exchange di criptovalute ma Coinbase ha fatto di tutto per evitare qualsiasi problema e pare ci sia riuscita.

L’azienda è orgogliosa di affermare che non ha subito alcuna violazione anche se qualche attacco probabilmente c’è stato ma senza risultati rilevanti.

In sostanza gli hackers hanno sicuramente provato a rubare delle criptovalute su Coinbase ma non ci sono riusciti (a quanto pare).

Il fatto è che per andare a segno gli attacchi informatici devono riuscire a intercettare delle criptovalute online e trasferirle in altri conti. Ecco perché Coinbase tiene online meno del 2% delle criptovalute dei suoi clienti, il resto è nel cosiddetti “cold wallet”, che sono totalmente offline.

Per far sentire al sicuro i suoi clienti Coinbase ha stipulato una polizza assicurativa che copre ogni tipo di violazione sulla sua piattaforma. Finora la polizza non è servita ma non si sa mai…

Per dovere di cronaca dobbiamo precisare che l’assicurazione non copre il furto dal singolo account se l’utente non ha protetto a sufficienza la sua password e il suo livello di accesso.

Coinbase offre i migliori sistemi per difendersi dagli hackers ma se l’utente non utilizza l’autenticazione a 2 fattori per pigrizia, ovviamente si espone a dei rischi.

A quel punto è preferibile non lasciare le criptovalute su Coinbase ma trasferirle altrove, magari offline.

L’autenticazione a due fattori si basa su due passaggi di verifica e quando si accede all’account o si fanno operazioni, viene richiesta la doppia verifica. Non bastano user e password, si deve completare l’autorizzazione con un codice di sicurezza a tempo (One Time Password) tramite un’app di autenticazione mobile, come Auty Duo o Google Authenticator.

Coinbase, anche per motivi di sicurezza è un servizio di custodia oltre che di scambio di criptovalute, perciò non avete accesso diretto alle chiavi private o ai fondi detenuti su Coinbase.

Come aprire un conto su Coinbase

Aprire un conto su Coinbase è molto semplice: C’è un modulo di registrazione da compilare, dopodiché viene inviata una email di conferma dell’indirizzo di posta elettronica e successivamente si sceglie se aprire l’account come persona o come azienda.

Se volete attivare l’autenticazione a due fattori, sempre preferibile se lasciate delle criptovalute o del denaro su Coinbase, servirà anche il vostro numero di telefono.

Per la verifica dell’identità personale serve anche un documento in corso di validità come la Carta D’identità, la patente o il passaporto.

Per depositare bisogna infine collegare un conto bancario o una carta di credito/debito e confermarla con una semplice procedura.

vantaggi coinbase

Coinbase: Opinioni e Recensioni

Ci siamo stupiti nel leggere il punteggio di Coinbase sul famoso sito di recensioni Trustpilot: solo 1,7 su 5 punti.

Secondo noi non rispecchia affatto la sicurezza e l’affidabilità di questo Exchange ma piuttosto descrive l’accanimento di alcuni utenti, contro procedure di verifica e di anti-riciclaggio che il sito impone da anni.

Vediamo due opinioni lasciate da utenti di Coinbase e riportate fedelmente qui sotto:

-Mara Cioffi

“Mi hanno accreditato 200 USD sulla mia Coinbase card. Sono passati 15 giorni ma ancora non li vedo accreditati. Qualcuno mi sa dare una spiegazione valida? Ho anche il numero della transazione che mi hanno accreditato, ma sul supporto nessuno mi risponde.”

-Francesco

“Servizio secondo me ok. Come servizio non ho mai avuto personalmente problemi, ottima la funzione earn che previa prenotazione permette di avere qualche cripto gratis.”

roinvesting

Piattaforma: ROinvesting

Deposito Minimo: 250€

⭐ Segnali di Trading

⭐ Centro Educativo

⭐ Conto Demo

etoro

Piattaforma: eToro

Deposito Minimo: 50€

⭐ Copy Trading

⭐ Conto senza costi

binance

Piattaforma: Binance

Deposito Minimo: 0.01€

⭐ Conto senza costi

iq broker logo

Piattaforma: IQ Option

Deposito Minimo: 10.00€

⭐ Conto Demo

⭐ Deposito min. solo 10€

Conclusioni

La volatilità elevata e le fluttuazioni del mercato delle criptovalute rendono queste monete digitali affascinanti ma anche rischiose. Non possiamo fare a meno di affermare che stanno prendendo piede in maniera molto rapida negli ultimi anni.

Coinbase rappresenta un sito molto affidabile per investire in criptovalute, sia che vogliate conservarle a lungo, sia che vi piaccia l’idea di fare trading con Coinbase Pro. Еcco perché possiamo classificare Coinbase tra alcuni dei migliori Cripto Exchanges per fare trading.

Come abbiamo visto le commissioni di Coinbase non sono le più basse sul mercato ma la percezione di sicurezza e affidabilità di questa azienda quotata al Nasdaq fanno la differenza.

La liquidità su questo Exchange non è mai un problema, gli spread sono bassi e la piattaforma molto intuitiva e adatta anche a chi non ha alcuna esperienza di criptovalute.

In definitiva rappresenta un’ottima scelta, soprattutto per chi sta iniziando ad investire in questo mercato.

Cosa è Coinbase?

In definitiva Coinbase è un sito che permette di scambiare criptovalute e di comprarle tramite valuta FIAT (euro, dollari, ecc.)

Dove ha sede Coinbase?

La sua sede si trova a San Francisco, California USA.

Quando è stata fondata Coinbase?

La sua fondazione riiede al 20 Giugno 2012.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.